BUP - Basilicata University Press

Catalogo


Digital Humanities

Edizioni e data-bases digitali, sotto la direzione di Fulvio Delle DonneISSN 2724-2072
I linguaggi informatici offrono nuovi strumenti per l’analisi dei testi letterari o delle collezioni documentarie, permettendo di estrarre e classificare i dati in maniera variabile. Questa serie editoriale punta sulle risorse digitali, offrendo edizioni curate con rigore filologico col supporto di innovativi metodi di visualizzazione e codifica. Le edizioni proposte trattano i testi come prodotti culturali complessi e strutturati, la cui interpretazione trae vantaggio dalla gestione logica, dalla classificazione e dalla conseguente organizzazione dell’informazione ricercabile.Le edizioni e i data-bases pubblicati sono il frutto dei progetti di ricerca (di dottorandi e RTD) sviluppati nell’ambito delle digital humanities presso l’Università della Basilicata.

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è stato svolto nell’ambito del PRIN 2015 A.L.I.M. (Archivio digitale della Latinità Italiana del Medioevo) dall’Unità di Ricerca dell’Università della Basilicata coordinata dal prof. Fulvio Delle Donne.

Disponibile anche in versione stampabile in PDF.

ISBN: 978-88-31309-02-8

Abstract: Il De rebus Siculis carmen o Carmen de motibus Siculis o Liber ad honorem Augusti, trasmesso da un solo testimone manoscritto, Bern Burgerbibliothek, Codex 120 II (siglato B), è una delle tre opere attribuite a Pietro da Eboli ed è databile agli anni 1194-1197. Racconta in distici elegiaci la conquista del Regno di Sicilia da parte dell’imperatore Enrico VI di Svevia. Una delle principali caratteristiche del ms. è quella di essere miniato.

A differenza degli altri codici dell’epoca, dove le miniature vengono utilizzate per ornare il testo, qui rappresentano un aiuto alla comprensione, facendo da supporto a ciò che viene narrato poeticamente e completandone a volte le lacune. Le immagini sono poste sul recto di ogni carta e illustrano i versi che sono posti di fronte, sul verso della carta accanto.

    • 2. Vita Gerardi, ed. critica e digitale a cura di Biagio Luca Guarnaccio

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Disponibile anche in versione stampabile in PDF.

ISBN: 978-88-31309-04-2

Abstract: La Vita Gerardi or Laudatio sancti Gerardi episcopi Potentini (BHL 3429) è l’unica opera nota attribuita a Manfredi, vescovo di Potenza.

La presente edizione, a differenza di quella negli «Acta Sanctorum» (1883), si basa su tutti i manoscritti attualmente noti e reperibili, oltre che sull’edizione a stampa di Ughelli (1659).

Lavori in corso

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 - Dottorati innovativi con caratterizzazione industriale, Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 - Dottorati innovativi con caratterizzazione industriale, Ciclo XXXIII), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

    • 5. «Ad unum velle et ad unum nolle». Data-base digitale di documenti relativi alla rete diplomatica ribelle durante la Grande Congiura di Napoli (1485-87), a cura di Biagio Nuciforo

Data-base tei-xml che fa uso del sistema aracne, creato dal dr. Alfredo Cosco. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIII), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Data-base tei-xml che fa uso del sistema aracne, creato da Alfredo Cosco. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 - Dottorati innovativi con caratterizzazione industriale, Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

    • 7. Il sapere dietro le grate. Data-base digitale del patrimonio librario dei conventi e dei monasteri soppressi nella Basilicata napoleonica, a cura di Maria Giordano

Data-base MySQL creato con il supporto del dr. Salvatore Messina. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.