BUP - Basilicata University Press

Catalogo

Digital Humanities

Edizioni e data-bases digitali, sotto la direzione di Fulvio Delle Donne

ISSN: 2724-2072

Dipartimento / Dottorato di riferimento: Dipartimento di Scienze Umane; Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea e del Dipartimento di Scienze Umane.

Contatto: Prof. Fulvio Delle Donne: fulvio.delledonne@unibas.it.

Progetto editoriale: I linguaggi informatici offrono nuovi strumenti per l’analisi dei testi letterari o delle collezioni documentarie, permettendo di estrarre e classificare i dati in maniera variabile. Questa serie editoriale punta sulle risorse digitali, offrendo edizioni curate con rigore filologico col supporto di innovativi metodi di visualizzazione e codifica. Le edizioni proposte trattano i testi come prodotti culturali complessi e strutturati, la cui interpretazione trae vantaggio dalla gestione logica, dalla classificazione e dalla conseguente organizzazione dell’informazione ricercabile.

Le edizioni e i data-bases pubblicati sono il frutto dei progetti di ricerca sviluppati nell’ambito delle digital humanities presso l’Università della Basilicata.

Responsabili di redazione: dr. Cristiano Amendola e dr.ssa Martina Pavoni.

Edizioni digitali con marcatura TEI-XML

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è stato svolto nell’ambito del PRIN 2015 A.L.I.M. (Archivio digitale della Latinità Italiana del Medioevo) dall’Unità di Ricerca dell’Università della Basilicata coordinata dal prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Il De rebus Siculis carmen o Carmen de motibus Siculis o Liber ad honorem Augusti, trasmesso da un solo testimone manoscritto, Bern Burgerbibliothek, Codex 120 II (siglato B), è una delle tre opere attribuite a Pietro da Eboli ed è databile agli anni 1194-1197. Racconta in distici elegiaci la conquista del Regno di Sicilia da parte dell'imperatore Enrico VI di Svevia.

Una delle principali caratteristiche del ms. è quella di essere miniato. A differenza degli altri codici dell’epoca, dove le miniature vengono utilizzate per ornare il testo, qui rappresentano un aiuto alla comprensione, facendo da supporto a ciò che viene narrato poeticamente e completandone a volte le lacune. Le immagini sono poste sul recto di ogni carta e illustrano i versi che sono posti di fronte, sul verso della carta accanto.

Data di pubblicazione: 2020 (luglio)

ISBN: 978-88-31309-02-8

DOI: 10.6093/978-88-31309-02-8

  • 2. Manfredi Potentini Vita Gerardi (BHL 3429) sive Laudatio sancti Gerardi episcopi Potenti, ed. critica e digitale a cura di Biagio Luca Guarnaccio

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: La Vita Gerardi o Laudatio sancti Gerardi episcopi Potentini (BHL 3429) è l’unica opera nota attribuita a Manfredi, vescovo di Potenza. La presente edizione, a differenza di quella negli «Acta Sanctorum» (1883), si basa su tutti i manoscritti attualmente noti e reperibili, oltre che sull’edizione a stampa di Ughelli (1659).

Data di pubblicazione: 2020 (agosto)

ISBN: 978-88-31309-04-2

DOI: 10.6093/978-88-31309-04-2

  • 3. Giambattista Vico, Orazioni, edizione digitale del ms. XIII B 55 della Biblioteca Nazionale di Napoli, a cura di Maria Luisa Colangelo

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIII), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Tra il 1699 e il 1707 Giambattista Vico, lettore di retorica nella regia Università di Napoli, tenne sei prolusioni in latino in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico. Si tratta di orazioni di eccezionale importanza, che offrono una preziosa testimonianza del metodo e del pensiero del grande filosofo.

L’edizione digitale riproduce il testo del manoscritto idiografo (Napoli, Biblioteca Nazionale “V. Emanuele III”, XIII B 55) delle prolusioni tenute da Giambattista Vico.

Data di pubblicazione: 2020 (novembre)

ISBN: 978-88-31309-06-6

DOI: 10.6093/978-88-31309-06-6

  • 4. Antonio Beccadelli (Panormita), Alfonsi regis Triumphus - Il Trionfo di re Alfonso, edizione e traduzione italiana a cura di Fulvio Delle Donne

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology.

Abstract: L’Alfonsi Regis Triumphus descrive il trionfo celebrato a Napoli da Alfonso il Magnanimo il 26 febbraio 1443, dopo la conquista del Regno, portata a termine nel giugno dell’anno precedente. Probabilmente scritta a ridosso dell’evento, ma compiuta e rielaborata nel 1455, assieme al De dictis et factis Alfonsi Regis e alla Oratio in expeditionem contra Turcos è un’opera in cui si porta a piena maturazione l’Umanesimo “mo­nar­chico”, di cui, alla corte regia di Napoli, il Panor­mita fu il principale artefice.

La presente edizione è basata sul ms. della Biblio­teca Apostolica Vaticana, Urb. lat. 1185, vergato da Pietro Ursuleo († 1483), rinomato copista della biblioteca dei re aragonesi di Napoli, per il duca di Urbino Federico da Montefeltro.

Data di pubblicazione: 2021 (gennaio)

ISBN: 978-88-945152-0-6

DOI: 10.6093/978-88-945152-0-6

  • 5. Iacopo Stefaneschi, De Bonifatii pape VIII consecratione et coronatione - La consacrazione e lincoronazione di papa Bonifacio VIII, edizione e traduzione italiana a cura di Fulvio Delle Donne

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology.

Abstract: Iacopo Stefaneschi (1260/70-1341) fu uno dei testimoni più importanti delle complesse vicende pontificie del periodo a cavallo tra XIII e XIV secolo. Furono anni formidabili, segnati dall’elezione papale di Celestino V e poi dalla sua successiva rinuncia e infine dalla sua canonizzazione. Connessa con quel gran rifiuto furono l’elezione e l’incoronazione di Bonifacio VIII, che sono celebrate nell’opera in esametri che qui si pubblica per la prima volta con traduzione italiana, introduzione e note di commento.

La presente edizione è basata sul ms. della Biblio­teca Apostolica Vaticana, Vat. lat. 4933, l’unico codice che contiene in maniera completa la prima redazione dellopera: controllato direttamente dallautore, il testo è costellato di glosse esplicative attribuibili allo stesso Stefaneschi.

Data di pubblicazione: 2021 (febbraio)

ISBN: 978-88-31309-09-7

DOI: 10.6093/978-88-31309-09-7

  • 6. Pietro da Prezza, Adhortatio, ed. critica e digitale a cura di Martina Pavoni (specimen - in corso)

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Pietro da Prezza fu rinomato notaio e dictator attivo presso la corte degli ultimi discendenti della dinastia sveva. La Adhortatio è la sua opera più importante. Dopo la battaglia di Tagliacozzo e l’esecuzione di Corradino di Svevia (1268), esorta il marchese Federico di Meissen, cugino di Corradino, a far vendetta di Carlo I d’Angiò, che aveva compiuto un misfatto inammissibile.

  • 7. Pietro da Prezza, Epistolae, ed. critica e digitale a cura di Martina Pavoni (specimen - in corso)

Edizione in codifica tei-xml che fa uso della EVT - Edition Visualization Technology. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Pietro da Prezza fu rinomato notaio e dictator attivo presso la corte degli ultimi discendenti della dinastia sveva. La sua raccolta di lettere è particolarmente significativa: offre una chiara esemplificazione dell'applicazione dello stilus supremus che caratterizzò la più alta cultura letteraria del XIII secolo.

Data-bases TEI-XML e MySQL

  • 1. BiBas. Ricostruzione dei fondi librari delle Biblioteche monastiche e conventuali della Basilicata napoleonica, data-base digitale a cura di Maria Giordano

Data-base MySQL creato con il supporto del dr. Salvatore Messina. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Il progetto BiBas intende ricostruire i fondi librari posseduti dalle biblioteche monastiche e conventuali della Basilicata napoleonica: un patrimonio culturale di eccezionale importanza e consistenza, andato disperso in seguito alla secolarizzazione degli enti ecclesiastici, avvenuta nei primi anni del XIX secolo.

  • 2. Human_IT: Collecting, editing, analysing Italian humanist’s letters (1400-1499). Data-base digitale di testi epistolografici umanistici, a cura di Cristiano Amendola

Data-base tei-xml che fa uso del sistema Aracne, creato dal dr. Alfredo Cosco. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIV), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Il progetto indaga la “Repubblica delle lettere” del XV secolo, per ricostruire i rapporti intellettuali tra i più importanti umanisti. Quella fitta rete di comunicazione e di condivisione delle conoscenze fu possibile grazie alla lingua latina e all'uso delle epistole.

  • 3. ReDiAr - Reti Diplomatiche Aragonesi. Inventario digitale della Congiura dei Baroni (1485-1487), a cura di Biagio Nuciforo

Data-base tei-xml che fa uso del sistema Aracne, creato dal dr. Alfredo Cosco. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIII), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: La “Congiura dei Baroni” fu contrassegnata da diverse e numerose pratiche di ambasceria svolte per iniziativa degli stessi congiurati e del loro alleato più influente, papa Innocenzo VIII. Obiettivo della ricerca è realizzare un data-base documentario, per studiare l’apparato organizzativo e la coscienza politica dei congiurati.

  • 4. BiDiVi - Biblioteca Digitale Vichiana, a cura di Maria Luisa Colangelo

Biblioteca digitale degli scritti di Giambattista Vico. Il lavoro è svolto nell’ambito del Dottorato di ricerca in Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea dall’Antichità all’Età contemporanea (Ciclo XXXIII), sotto la direzione del prof. Fulvio Delle Donne.

Abstract: Il progetto intende collaborare al recupero del patrimonio culturale attraverso la digitalizzazione, l’ontologizzazione, l’indicizzazione e l’edizione delle opere del filosofo napoletano. Promuove la diffusione digitale delle opere vichiane, intese come veri e propri beni culturali, ne favorisce la consultazione, le preserva dall’usura del tempo e le affida alla memoria del futuro.